Biomasse e cogenerazione

TECNO EDIL ENERGY nell’ambito delle risorse energetiche rinnovabili, oltre al settore fotovoltaico e solare termico/termodinamico ha sviluppato negli anni competenze nell’ambito degli impianti a biomasse di biogas e di pirolisi e nell’ambito degli impianti co e tri-generativi.

Pertanto la TECNOEDILDNERGY, forte del suo know-how nel settore energetico ha esteso la sua attività nella progettazione, realizzazione, gestione e controllo di impianti di produzione di energia di tipo termochimico mediante l’utilizzo di Biomasse e di tipo biochimico mediante l’utilizzo di Biogas, a seconda delle proprietà chimiche e fisiche del prodotto da utilizzare che condiziona la tipologia dei processi di conversione e dunque la scelta della tecnologia più conveniente.

Oggi collabora con aziende leader a livello nazionale e non solo, per portare avanti e realizzare progetti personali e per clienti.

Con Biomasse si riunisce in un unico termine una gran quantità di materiali, di natura estremamente eterogenea. In generale, si può dire che è biomasse tutto ciò che ha matrice organica, con esclusione delle plastiche e dei materiali fossili. Le più importanti tipologie di biomasse sono residui forestali, scarti dell’industria di trasformazione del legno (trucioli, segatura, etc.) scarti delle aziende zootecniche, gli scarti mercatali, ed i rifiuti solidi urbani. Le biomasse possono essere utilizzate per alimentare impianti che generano solo calore, solo energia elettrica, o entrambe le forme di energia contemporaneamente. Quest’ultimo uso, detto cogenerazione, qualora possibile, è quello più efficiente.

Le biomasse possono essere distinte in:

  • biomasse solide (biocombustibili solidi), come ad esempio quelle legnose (alberi, tronchi, residui di potatura, ma anche sottoprodotti o residui dell’industria di lavorazione del legno, vergine o trattato) o quelle erbacee (prodotti o residui agricoli). I rifiuti urbani stessi contengono una frazione di biomassa (frazione biogenica o biodegradabile).
  • biocombustibili liquidi (detti anche bioliquidi) sono gli oli vegetali, il biodiesel, il bioetanolo.

Con il termine biogas si indica il gas, composto principalmente da metano e anidride carbonica, prodotto dalla fermentazione anaerobica di sostanze organiche, come ad esempio i prodotti e residui agricoli, le deiezioni animali, i fanghi di depurazione delle acque reflue (si parla in tal caso di gas di depurazione), la frazione organica dei rifiuti urbani (FORSU). Il biogas che si origina dalle discariche dei rifiuti urbani viene anche chiamato gas di discarica.

I vantaggi derivanti da un impianto di biomasse

La digestione anaerobica è un processo integrato, che presenta una serie di vantaggi di tipo energetico, ambientale ed agricolo così riassumibili:

  • produzione di energia da fonte rinnovabile;
  • miglioramento dell’economia delle aziende zootecniche e/o agricole;
  • minori emissioni di gas-serra;
  • migliore qualità dei fertilizzanti prodotti;
  • riciclaggio economico dei rifiuti, con ricaduta positiva sull’impatto ambientale;
  • minore inquinamento da odori e ridotta presenza di insetti;
  • miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie dell’azienda.

Le tipologie di Impianti a Biomasse

Le tecnologie di impianti a biomasse realizzate da TECNO EDIL ENERGY sono:

  • Impianti di Biogas
  • Impianti a Pirolisi
  • Impianti di Biomassa a Combustione basati su Caldaia a Letto Fluido (Impianti di biomassa a letto fluido)

Incentivi per gli Impianti a Biomasse

Gli Impianti a Biomassa in genere possono produrre sia Energia Elettrica che Energia Termica (Calore). Entrambe le modalità hanno una linea di incentivazione.

Le modalità di incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili (esclusi gli impianti fotovoltaici), e quindi per gli impianti a biomasse, sono stabilite dal DM 6 luglio 2012 (Conto Energia). Possono accedere agli incentivi gli impianti di potenza non inferiore a 1 kW. Gli incentivi si applicano agli impianti nuovi, integralmente ricostruiti, riattivati, oggetto di intervento di potenziamento o di rifacimento che entrano in esercizio a partire dal 1°gennaio 2013.

Le modalità di incentivazione della produzione di energia termica è regolata dal DM 28/12/12 (Conto Termico) e si applica agli impianti di produzione di energia termica non superiori alla potenza nominale di 1 MWt (MW Termico).

EPC CONTRACTOR – Servizio “chiavi in mano”

TECNO EDIL ENERGY offre le sue competenze come EPC Contractor offrendo il Servizio Chiavi in Mano.
Il servizio di EPC (Engineering, Procurement and Construction) è composto da:

  • Progettazione esecutiva
  • Fornitura componenti
  • Installazione impianto
  • Allaccio alla rete e collaudo
  • Richiesta tariffe incentivanti (se la normativa vigente lo consente)
  • Assistenza post-vendita e O&M

Un investimento è sicuro e duraturo solo se i rendimenti attesi vengono soddisfatti e i rischi minimizzati, ed è per questo che è importante affidarsi a chi come TECNO EDIL ENERGY conosce bene tutti gli aspetti dell’iniziativa, sapendo esattamente che cosa significa affrontare l’investimento.

Grazie alla qualità del servizio, alla sua affidabilità e solidità finanziaria, TECNO EDIL ENERGY è un EPC Contractor bancabile, poiché risponde ai requisiti tecnici ed economici richiesti dai principali istituti di credito nazionali e internazionali, garantendo al cliente la piena bancabilità dell’impianto, requisito indispensabile per l’ottenimento del finanziamento.

TECNO EDIL ENERGY può orgogliosamente vantare l’assenza di controversie e di incidenti sul lavoro. Questi risultati sono stati possibili grazie ad una politica di correttezza e trasparenza e al ferreo rispetto delle norme di sicurezza.

In qualità di EPC Contractor opera in Italia, attraverso una capillare rete di tecnici e commerciali altamente qualificati che propone soluzioni personalizzate per aziende e investitori privati e istituzionali seguendo il cliente in tutte le fasi di realizzazione dell’impianto fotovoltaico.